generico
You are here: home » news, eventi & press » i nostri sondaggi » l’azienda ideale in cui lavorare, secondo te, deve prima di tutto…

Chi cerchiamo adesso

Invia il tuo curriculum per entrare nel nostro team

                                                                                                   

Scopri le posizioni aperte

L’azienda ideale in cui lavorare, secondo te, deve prima di tutto…

Certezza di un lavoro duraturo, possibilità di crescita e un ambiente disteso e collaborativo: l’azienda ideale deve soddisfare questi tre fondamentali requisiti. Ma analizziamo meglio i risultati.

I risultati

Sono 236 le persone che hanno partecipato al sondaggio, scegliendo tra cinque possibili alternative. Tre risposte hanno ottenuto la maggior parte delle preferenze a poca distanza percentuale le une dalle altre: il 32,2% dei votanti è convinto che un’azienda debba prima di tutto garantire la certezza di un lavoro duraturo anche in tempi di crisi, per il 30% è invece necessario avere possibilità di crescita professionale all’interno dell’azienda e il 28,3% dei partecipanti, ritiene sia indispensabile un ambiente di lavoro disteso e collaborativo. Meno importanti risultano il riconoscimento di un buono stipendio e l’offerta di servizi interni ai dipendenti, che raccolgono rispettivamente il 5,9% e il 2,9% delle preferenze.

 

Ancora una volta, più della metà dei partecipanti è donna, per l’esattezza il 56%. Complessivamente notiamo che la maggior parte degli utenti risulta in possesso di un titolo di studio (85%), in particolare: 55% diplomati, 14% con laurea magistrale, 11% con laurea triennale e 5% ha conseguito un master.

Il campione dei votanti è ben distribuito in tutte le fasce di età:  24% tra 18 e 25 anni, 26% tra 26 e i 30, 18% tra 35 e 40 anni, 19% over 40 anni, ad eccezione della fascia 31-35 anni (solo 11%) ed è comprensibilmente basso il numero di under 18 (1,2% dei voti).

 

E’ facile intuire come emerga un desiderio condiviso, soprattutto in tempi di insicurezza, in termini di stabilità lavorativa, miglioramento professionale e, perché no, serenità nel proprio ambiente lavorativo, da tutti i partecipanti al sondaggio.