generico
You are here: home » news, eventi & press » i nostri sondaggi » se avessi vinto la lotteria di capodanno cosa ne sarebbe ora del tuo futuro professionale?

Chi cerchiamo adesso

Invia il tuo curriculum per entrare nel nostro team

                                                                                                   

Scopri le posizioni aperte

Se avessi vinto la lotteria di Capodanno cosa ne sarebbe ora del tuo futuro professionale?

Tutti sognano di vincere la lotteria, ma in pochi hanno seriamente pensato in che modo un evento del genere possa impattare sul futuro professionale di ognuno. Ecco le risposte al nostro sondaggio.

I risultati

I partecipanti sono stati 122 e hanno scelto la loro preferita tra le quattro proposte. I favori dei votanti sono stati divisi principalmente su due risposte:  “mi licenzierei dal mio posto di lavoro e investirei la mia fortuna in una nuova attività” che raccoglie 45 voti, il 37% del totale e “continuerei la mia vita senza apportare nessun genere di cambiamento” che conta ben il 38% delle preferenze. Meno premiata da chi ha partecipato al sondaggio, l’ipotesi di avviare un’attività senza scopo di lucro (23 voti, 19%) e ultima a grande distanza la “vita di rendita” che conta solamente 7 estimatori.

 

Notiamo che le donne superano la metà del totale (56%) e che la stragrande maggioranza di chi ha partecipato al sondaggio è in possesso di un titolo di studio (solo il 12% non lo è). Nell’ordine 60% diplomati, 14% con laurea quinquennale, 10% con laurea triennale e il restante 4% con un master.

Risultano in maggior quantità, seppur di poco, gli over 40 che rappresentano il 33% rispetto alle altre fasce di età tutte presenti in egual misura, con eccezione degli under 18 al 3%.

 

L’analisi dei risultati rivela l’importanza che ricopre il lavoro nella vita delle persone, pochissimi infatti sceglierebbero una vita inattiva e di rendita. E’ interessante il fatto che la maggioranza dei votanti continuerebbe senza cambiamenti sostanziali oppure opterebbe per avviare una nuova attività con il denaro vinto: la riprova che i soldi possono migliorare la vita, anche lavorativa, ma non la devono stravolgere.